Archivi tag: strategia di marketing

Analisi, valutazione e trasformazione della comunicazione turistica digitale per i Millennials e i nativi di digitali

Il caso di Faido

Descrizione

Negli ultimi anni, il Comune di Faido ha cercato di intensificare il programma di eventi proponendo iniziative di richiamo sia nel periodo invernale sia nel periodo estivo per tutto il comprensorio comunale, con l’intento di offrire occasioni di aggregazione per i residenti e attrarre turisti, anche se spesso solo di giornata.
Accanto a questi elementi di interesse, si riscontrano alcuni limiti nell’offerta turistica locale: una ridotta ricettività turistica, anche se non mancano esempi positivi, un’importante presenza di seconde residenze, spesso sottoutilizzate dai proprietari, e un’offerta ristorativa che, pur con alcune eccezioni, risulta non particolarmente ampia e differenziata.
Oggigiorno la comunicazione digitale è fondamentale nella vita umana e gli strumenti digitali utilizzati (smartphone, tablet, ecc.) possono esserne considerati parte integrante. Qualsiasi soggetto, sia esso una persona fisica o un’attività, per ampliare la propria visibilità e migliorare la percezione presso gli altri deve necessariamente curare la comunicazione digitale, in quanto la società sta orientando le proprie interazioni in quella direzione.
Con il progetto il team ha voluto capire qual è lo stato attuale delle iniziative di comunicazione digitale con riguardo alla destinazione, per opera di tutti quei soggetti presenti all’interno della stessa come il Comune, le imprese locali ricettive, ristorative e ricreative, le associazioni locali, oltre agli enti turistici preposti a livello regionale e cantonale. Con una particolare attenzione al target dei Millennials e dei nativi digitali, il team ha voluto inoltre comprendere quale sia la percezione della destinazione e come questa possa essere modificata agendo in modo maggiormente consapevole e coordinato sulle attività di comunicazione online al fine di rendere l’offerta maggiormente attrattiva per questi target.
L’analisi è stata condotta tramite letteratura specifica, strumenti appositi (p.es. questionario online) ed interviste semi-strutturate ad alcune figure chiave della destinazione, focalizzandosi sulle misure adottate dai principali attori nell’ambito della leva strategica di marketing dal gruppo considerata. I risultati delle analisi svolte confermano l’assunzione iniziale di centralità della comunicazione digitale, in quanto all’interno dei segmenti di clientela analizzati si rileva più volte la propensione all’utilizzo di strumenti digitali sia nel quotidiano, sia in fase di organizzazione di un viaggio.

Team di progetto

Mattia Aprea
Nicolas Corona
Rubens Mari
Isabella Perniola
Simone Perrone

Partner di progetto

Comune di Faido
Piazza Stefano Franscini 1
6760 Faido
www.faido.ch

Referenti aziendali

Daniele Zanzi – Animatore Comunale

Coach SUPSI

Chiara Bernardi
Antonella Bona

Metodo e creatività, due fattori vincenti per pianificare il lancio di tChat

Descrizione

tChat, l’app per smartphone sviluppata da tChat Sagl, consente a chi viaggia in treno di vedere la lista di tutti gli altri passeggeri del treno che usano l’app e di interagire con loro tramite tChat. All’interno del progetto l’azienda ha voluto esplorare diverse possibilità per poter promuovere efficacemente il prodotto in varie aree della Svizzera, al netto del ridotto budget a disposizione. L’eterogeneità della popolazione Svizzera rende infatti necessario adottare diversi approcci per un’efficace promozione del prodotto tChat.
La beta release effettuata in Ticino ha dimostrato che il prodotto ha già un’identità molto forte e chiara, ma ha bisogno di un’ampia ed eterogenea utenza per funzionare al meglio. L’idea dell’azienda è quindi di focalizzarsi principalmente su alcune aree della Svizzera e lanciare iniziative promozionali specificatamente concepite per sfruttare al meglio il potenziale di tali aree.
Gli obiettivi principali del progetto sono stati: a) L’individuazione delle aree geografiche più attrattive per il lancio del prodotto in Svizzera (esclusa Zurigo, poiché è già in fase di attuazione); b) L’ideazione e pianificazione di attività di marketing ad-hoc per il lancio di tChat su ciascuna delle aree identificate; c) Lo studio di fattibilità per l’estensione dell’offerta tChat in Europa.
Il lavoro ha messo in evidenza come negli ultimi anni in Svizzera ci sia un trend in crescita nell’utilizzo dei mezzi pubblici e quindi anche dei treni. Analizzando i dati pubblicati dalle FFS, tra il 2014 ed il 2015 c’è stato un aumento del traffico ferroviario del 2,8%. Negli anni compresi tra il 2005 ed il 2015 l’aumento è stato ancora più marcato.
A complemento dei dati analizzati è stata studiata inoltre anche la concorrenza di tChat e, l’applicazione per le sue caratteristiche risulta essere differenziata rispetto ai concorrenti. Analisi più approfondite sono state effettuate riguardo il contesto elvetico, e per colpire il segmento target si è deciso per il lancio del prodotto nella città di Berna.
Sono stati analizzati anche i dati forniti da tChat riguardo il lancio del prodotto sia in Ticino che a Zurigo. Questo è stato utile per decidere come lanciare il prodotto a Berna, ed attraverso i feedback ottenuti dai risultati precedenti, capire quali attività di marketing possano essere più efficaci.
Dato che tChat Sagl è una start-up, si è deciso di puntare su attività di marketing innovative. Le idee più interessanti sono emerse creando vari scenari tramite la tecnica delle personas. Questa tecnica ha consentito di creare degli scenari di vita reale, che facciano comprendere la relazione tra l’utente e l’applicazione al meglio.
Infine, sulla base dei risultati emersi, sono stati sviluppati tre piani operativi con tre rispettivi scenari: party, taxi-bike e game. Ciascuno di essi è stato analizzato con i rispettivi costi, sia in termini monetari che di tempo. È stato inoltre individuato lo scenario più idoneo, poiché dovrebbe consentire di raggiungere una moltitudine di utenti in maniera diretta e misurabile.

Team di progetto

Aldo Gulizia
Visar Sejdiu
Andrea Torrigiani

Partner di progetto

tChat Sagl
c/o Finser Packaging SA
Via Industria 24
6934 Bioggio

Referenti aziendali

Giorgio Pedraglio – Marketing manager

Coach SUPSI

Elisa Rubegni
Michela Ornati

Strategia di marketing nel settore dei dispositivi di decalcificazione

Descrizione

Gli obiettivi del progetto sono stati duplici: a) Effettuare un’analisi completa del mercato di riferimento (Ticino e Svizzera) per DAXTRO SWISS  (settore dispositivi per la decalcificazione delle tubature idriche); e b) Proporre una strategia di marketing e vendita (in ambito tradizionale e digitale).
Per rispondere al mandato si sono effettuate interviste qualitative (63) ai soggetti di mercato rilevanti (concorrenti, intermediari e consumatori finali). Dalle interviste è emerso che i diversi consumatori finali acquistano un dispositivo di decalcificazione principalmente attraverso gli idraulici e i negozi di impianti sanitari, mettendo quindi in evidenza la rilevanza di questi attori.
La proposta di strategia elaborata mira dunque alla vendita indiretta, passando da questi due attori. Nello specifico, la strategia proposta dal team è stata suddivisa in 3 fasi distinte:
a) Focalizzazione sugli intermediari; b) Dimostrazione dell’efficienza ed efficacia del prodotto; c) Comunicazione dell’efficacia del prodotto.
L’analisi delle criticità della strategia ha riscontrato un aspetto importante di cui tenere conto – la percezione negativa degli idraulici e dei negozi di impianti sanitari nei confronti dei dispositivi a magneti, estendibile anche a DAXTRO DR. Proprio per questo motivo una fase determinante della ricerca è stata quella di individuare enti disposti a garantire le funzionalità del prodotto oggetto di analisi e i costi legati a queste verifiche.
L’ultima fase della strategia invece riguarda la comunicazione verso gli intermediari individuati, più precisamente i vettori di comunicazione consigliati sono principalmente le riviste specializzate, quali Suissetec Ticino e ATTS, e le fiere specialistiche, quale Ticino Impiantistica.

Team di progetto

Francesca Odoni
Rajishar Ratnam
Davide Vitellaro

Partner di progetto

DAXTRO SWISS SAGL
Via Baragge 13e
6512 Giubiasco
www.daxtroswiss.ch

Referenti aziendali

Jaime Agramontt Diaz – CEO

Coach SUPSI

Alberto Gandolfi

Piano di marketing tradizionale e digitale: analisi e definizione di priorità

Consentire all’azienda di promuovere in modo idoneo le proprie prestazioni, rafforzare il proprio posizionamento attuale sul mercato locale ed inserirsi in quello oltre Gottardo

Descrizione

Spinelli SA è un’azienda solida, storica e a conduzione famigliare, attiva sul territorio ticinese da oltre 75 anni, specializzata nella progettazione e nella realizzazione di impianti elettrici per complessi industriali, abitazioni private e aziende attive nel settore terziario in Ticino.
Dato il crescente grado di digitalizzazione con cui le aziende sono oggigiorno confrontate, che comporta la nascita di nuove sfide e opportunità in termini di strategie di marketing, Spinelli SA desidera verificare l’utilità dell’implementazione degli strumenti di Digital marketing nel settore e sul territorio in cui opera. Al gruppo di lavoro è stato dunque richiesto di elaborare, sulla base di accurate analisi di mercato, un piano di marketing sia tradizionale che digitale, che tenga conto del comportamento informativo e decisionale del cliente target e che consenta all’azienda di promuovere in modo idoneo le proprie prestazioni, rafforzare il proprio posizionamento attuale sul mercato locale ed inserirsi in quello oltre Gottardo.

Dai dati raccolti è emerso che i canali maggiormente utilizzati per la ricerca di informazioni da parte del target di riferimento sono i motori di ricerca, il contatto diretto con specialisti del settore, il sito web aziendale, le riviste specializzate, gli eventi o manifestazioni di settore e la figura del progettista. Le informazioni più ricercate risultano invece essere i dettagli tecnici delle soluzioni offerte, le novità tecnologiche, i prezzi, l’offerta attuale di prodotti, le recensioni e le fotografie o video dei progetti svolti precedentemente dall’azienda. Si evidenzia che, come tipologia di contenuto, la clientela predilige le immagini, mentre il progettista preferisce il testo scritto.
In riferimento al comportamento decisionale, invece, i principali criteri considerati nella scelta sono il prezzo, l’esperienza posseduta dal fornitore, la possibilità di ottenere soluzioni altamente personalizzate, le referenze aziendali, l’offerta di servizio a 360°, l’opinione del progettista e l’esistenza di una relazione di fiducia.

Per consentire a Spinelli SA di rispondere alle esigenze del mercato, il team di progetto ha proposto alcune soluzione da implementare, come l’organizzazione di eventi e workshop dedicati a clienti e progettisti, l’arricchimento del sito web aziendale con fotografie e video dei lavori svolti, l’apertura di un blog per favorire il contatto diretto con il mercato, l’ottenimento delle certificazioni ISO 14001:2015 e BS OHSAS 18001 attinenti alla responsabilità sociale d’impresa, ed altre. In aggiunta, si suggerisce di mantenere una parte degli investimenti attuali indirizzati alle attività per la cura della relazione con il cliente, di interrompere la pubblicità in TV e di internalizzare gradualmente le attività di marketing e di comunicazione al momento affidate in outsourcing ad un’agenzia esterna.

Team di progetto

Laura Falaschetti
Beatrice Folladori
Simone Roggiani

Partner di progetto

Spinelli SA
Via Motta 62
6908 Massagno
www.spinelli.ch

Referenti aziendali

Giorgio Ortelli – Direttore Generale
Mario Treppiedi – Direttore operativo

Coach SUPSI

Daniela Willi-Piezzi