Archivi tag: stakeholders

Sviluppo di strumenti gestionali a supporto del nuovo modello contabile di riferimento per le Case per Anziani Ticinesi

Una proposta che considera le esigenze delle CpA, quelle dei vari stakeholders, e le tendenze a livello di principi contabili del settore di riferimento

Descrizione

Una delle tendenze più significative delle moderne società occidentali è l’invecchiamento della popolazione, il quale rende vieppiù rilevante la definizione delle modalità di presa in carico degli anziani. In tale contesto, un ruolo di primo piano è ricoperto dalle Case per Anziani (CpA), le quali sono oggi sottoposte a un significativo processo di cambiamento.
Con l’avanzare dell’età, le limitazioni e i disagi legati allo stato di salute aumentano in modo drastico, portando con sé un consistente aumento della spesa. Tra il 1995 e il 2012, la spesa sanitaria legata alla presa in carico residenziale delle persone anziane – ossia alle CpA – è aumentata, in media, del 4.6% l’anno. Nel 2016, il 16.1% dell’intera spesa sanitaria svizzera – per un totale di circa CHF 13 Mia. – era destinato a questo tipo di istituzioni. La tendenza è destinata a proseguire anche in futuro, tanto che si prevede, entro il 2060, una spesa per le case per anziani pressoché tripla rispetto a quella attuale, pari al 3.8% del PIL.
Per far fronte alle tensioni in termini di finanziamento causate da questa evoluzione, gli enti finanziatori si stanno sempre più allontanando dai tradizionali sistemi di copertura del deficit, orientandosi progressivamente verso sistemi di finanziamento prospettici, basati su budget vincolanti e una maggiore autonomia e responsabilizzazione degli istituti.
In conseguenza di ciò, le CpA presenti in Ticino sono parzialmente finanziate attraverso contratti di prestazione con il Cantone, i quali stabiliscono degli obiettivi in termini di prestazioni, qualità e costi. Tra gli strumenti di gestione necessari a supportare il sistema dei contratti di prestazione, la contabilità assume un ruolo essenziale.
Per soddisfare le esigenze informative dei vari stakeholder (Cantone, Ufficio federale di statistica, assicuratori malattia, ecc.), le CpA sono chiamate ad adottare sistemi di contabilità finanziaria e analitica in grado di soddisfare criteri di adeguatezza, trasparenza e uniformità.
L’Associazione dei direttori delle Case per anziani della Svizzera Italiana (ADICASI) in quanto associazione mantello, in collaborazione con l’Ufficio anziani e cure a domicilio del Cantone, sta mettendo a punto un modello di riferimento contabile che deve essere coerente con le tendenze a livello di principi contabili, con le esigenze informative dei vari stakeholder e di facile utilizzo. Ciò è destinato a garantire un allineamento delle pratiche contabili e di rendicontazione all’interno delle CpA ticinesi a standard comuni, con potenziali benefici per tutti gli stakeholder.

L’obiettivo del progetto è stato quello di sviluppare, a partire dai contenuti del modello di riferimento, un set di strumenti destinati a supportare i responsabili delle finanze delle CpA ticinesi nell’implementazione del nuovo modello contabile. Tale proposta tiene in considerazione le esigenze delle CpA e dei vari stakeholders, così come le tendenze a livello di principi contabili del settore di riferimento e di facile utilizzo.

Team di progetto

Elena Canonica
Ivan Garic
Aleksandar Rakic

Partner di progetto

Associazione dei Direttori delle Case per Anziani della Svizzera Italiana
Via Burio 39
6596 Gordola
www.adicasi.ch

Referenti aziendali

Mauro Pirlo – Membro di comitato, Responsabile finanze e controlling

Coach SUPSI

Domenico Ferrari
Giovanni Camponovo

Verso il primo Bilancio di Sostenibilità

Analisi e proposte preliminari per l’elaborazione del rendiconto per Sintetica SA

Descrizione

Nata nel 1921 in Svizzera, Sintetica SA è stata la prima azienda farmaceutica in Ticino. Essa si occupa della produzione e della vendita di farmaci iniettabili per anestesia locale, terapia del dolore (oppiacei e morfine), analgesici, antispastici e i salvavita.
Sintetica è un’azienda molto attenta alle proprie azioni ed è attiva in numerose iniziative di sostenibilità sia nei confronti della collettività sia nei confronti dei propri dipendenti. Tuttavia, ad oggi, non è ancora presente un documento di rendicontazione redatto secondo le linee guida di un modello riconosciuto che valorizzi verso l’esterno tutte le attività svolte dall’azienda.

Il principale obiettivo del progetto è quello di supportare Sintetica nella redazione del primo bilancio di sostenibilità, proponendo un modello di rendicontazione adeguato alle esigenze aziendali, identificando le entità verso cui l’azienda ha più interesse a comunicare grazie ad un’analisi della mappatura degli stakeholders e sviluppando alcuni indicatori di performance relativi a due gruppi di stakeholders selezionati dall’azienda, quali clienti e fornitori.

Il bilancio sociale è uno strumento operativo molto importante grazie al quale le imprese riescono a comunicare all’esterno le proprie azioni nei confronti delle tre dimensioni della responsabilità sociale (economica, ambientale, sociale) e grazie al quale, internamente, cercano di indirizzare la propria strategia verso la responsabilità sociale.
Tale documento è autonomo ma complementare a quelli della rendicontazione tradizionale (è infatti fondamentale una sinergia tra di essi) ed è capace di contribuire alla formazione della reputazione che l’impresa ha presso gli stakeholders. Esso fornisce informazioni relative alla governance, al management, alla mission (obiettivi perseguiti), agli impegni presi nei confronti dei portatori d’interesse e, infine, consente di verificare la correlazione tra impegni presi e risultati ottenuti.

Team di progetto

Letizia Amato
Chiara Cusini
Mirco Martinazzo
Igor Radovanovic

Partner di progetto

Sintetica SA
Via Penate 5
6850 Mendrisio
www.sintetica.ch

Referenti aziendali

Daniele Fontana – Corporate Sustainability/ HR Director

Coach SUPSI

Laura Luoni