Archivi tag: raccolta fondi

Modello d’affari e di finanziamento della Fondazione Patrimonio Culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana RSI

Un business model alternativo per attrarre nuovi finanziatori

Descrizione

Istituita a Lugano nel 2014, la Fondazione Patrimonio Culturale (FPC) della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana (RSI) ha come obiettivi principali la promozione di progetti volti alla cura e alla conservazione del patrimonio audiovisivo RSI (attraverso la digitalizzazione dei documenti ancora su supporto analogico e su pellicola), e la promozione di progetti specifici atti a migliorarne l’accessibilità e la consultazione gratuita da parte del grande pubblico. Essa non persegue alcun fine commerciale e si impegna a tutelare e a valorizzare un patrimonio archivistico che, in quanto bene collettivo, è la testimonianza nel tempo della cultura e della storia di una società e del suo territorio.

Fino ad ora, la Fondazione ha beneficiato esclusivamente di contributi da parte della Società Svizzera di Radiotelevisione (SSR) versati da RSI a titolo di “contributi liberi” e in relazione a specifici progetti. A causa di esigenze di risparmio prospettate dal 2015 in poi, tali contributi verranno tagliati parzialmente o totalmente. Al team di progetto è stato dunque richiesto di proporre nuove possibili fonti di finanziamento per la Fondazione, verificando anche la necessità di apportare modifiche all’attuale modello di business.

In seguito alle ricerche effettuate, il team di progetto ha proposto la modifica dell’attuale business model con uno in grado di attrarre i finanziamenti necessari per poter raggiungere gli obiettivi della Fondazione. Data la forte incertezza sulla possibilità di ricevere futuri contributi da RSI, il modello alternativo include fondi raccolti attraverso campagne di crowdfunding, donazioni tradizionali e sponsor. Tali fondi saranno destinati principalmente a finanziare l’attività più urgente della FPC: la digitalizzazione del materiale su supporto analogico rimanente, per via del rischio di deperimento. Inoltre, le campagne di crowdfunding specifiche per pacchetti di materiale avranno anche la finalità di promozione del contenuto.
L’implementazione del nuovo business model e del piano di marketing ad esso associato consentiranno alla Fondazione di ottenere fonti di finanziamento alternative, in grado di contribuire in modo consistente all’obiettivo finanziario necessario a digitalizzare il materiale audiovisivo rimanente.
Tra le risorse chiave della FPC si prospettano le attività di gestione delle pagine social, della comunicazione online e della gestione delle campagne di crowdfunding da parte di personale RSI o di professionisti esterni. L’integrazione delle pagine social della piattaforma avranno il compito di creare e rafforzare la comunicazione con gli utenti finali al quale si intende promuovere il materiale audiovisivo, sia come mezzo di comunicazione delle campagne di raccolta fondi per mezzo di crowdfunding, ricerca di sponsor o di donazioni classiche.

Team di progetto

Stefano Grieci
Nikola Marincic
Marco Mondini

Partner di progetto

Fondazione Patrimonio Culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana (RSI)
Via Canevascini
6900 Lugano
www.fondazionepatrimonioculturalersi.ch

Referenti aziendali

Paolo Gaffuri – Segretario della Fondazione
Leandro Gianini – Specialista Sviluppo Aziendale RSI

Coach SUPSI

Claudio Cereghetti

Finanziamento di un progetto culturale del Teatro del Gatto attraverso il crowdfunding

Strategie per garantire il successo di una campagna di raccolta fondi online

Descrizione

Negli ultimi anni si è sviluppata in Svizzera e nel resto del mondo una nuova forma di finanziamento: il crowdfunding. In Ticino essa è ancora in una fase embrionale, tuttavia sta assumendo sempre più importanza come fonte complementare ai tradizionali canali di finanziamento. In particolare, tale innovativa forma di raccolta fondi appare essere indicata, anche nella nostra regione, per progetti in ambito culturale.

L’obiettivo dell’elaborato è quello di comprendere ed analizzare le caratteristiche e i fattori critici di successo di una campagna di crowdfunding legata al progetto “GenerAzioniGiovani” del Teatro del Gatto.
Il progetto si indirizza a giovani dai 15 ai 19 anni e a persone over 60, i quali verranno selezionati attraverso un casting per mettere in scena l’opera di Sofocle.
Nello specifico, lo studio si pone lo scopo di fornire al Teatro del Gatto tutte le informazioni necessarie per un corretto avviamento di una campagna di crowdfunding atta al finanziamento del progetto culturale, fornendo altresì dei consigli utili a portare a termine con successo la campagna stessa. Dopo una descrizione delle principali piattaforme di crowdfunding attive in Ticino e del loro livello di adeguatezza per il caso specifico, sono stati analizzati le opportunità, i rischi, i costi e le tempistiche legate al finanziamento online del progetto “GenerAzioniGiovani” (GAG), grazie anche allo studio di casi simili.

Dai dati raccolti è emerso come il Teatro si trovi in una situazione non ottimale dal punto di vista di possibilità di successo della campagna. La rete dei contatti è più ristretta rispetto ad altri casi simili analizzati e le attuali strategie di comunicazione potrebbero non essere adeguate per raggiungere un numero sufficientemente alto di potenziali sostenitori.

Per garantire il successo della raccolta fondi, il team di progetto ha proposto dunque diverse strategie da attuare. Progettiamo.ch risulta essere la piattaforma più idonea dove eseguire una campagna di crowdfunding in ambito culturale su suolo ticinese. A livello promozionale, è consigliato l’uso di tutti i canali comunicativi a disposizione del Teatro, integrando l’uso dei canali online come il sito internet e Facebook a quelli offline. Data l’età media abbastanza elevata dei frequentatori del Teatro è difatti probabile che molti di loro non dispongano delle conoscenze o dei mezzi necessari per effettuare la propria promessa di finanziamento tramite la piattaforma online. Sarà importante utilizzare i canali offline nel modo più creativo possibile, in modo da creare una situazione diversa dalla classica donazione. Per quel che riguarda i canali online, invece, l’uso dei social network e di Facebook nello specifico, permetterà il raggiungimento di un ampio numero di individui, soprattutto appartenenti alle fasce di età più basse, con un costo molto contenuto.

Un’altra strategia che consentirà di ampliare il più possibile la rete dei potenziali sostenitori, è quella di chiedere ai partecipanti al progetto di sostenere essi stessi la campagna, anche informando le proprie conoscenze, e ricorrere ai contatti più stretti. Ciò consentirà di dare una spinta iniziale al finanziamento del progetto. Al fine di catturare fin da subito l’attenzione dei potenziali sostenitori, risulterà inoltre importante descrivere il progetto in maniera coinvolgente. Sebbene semplice e chiara, la descrizione attualmente disponibile di GAG non risulta difatti essere adatta a reperire finanziamenti tramite il crowdfunding e necessita di essere adattata.

È importante notare che il successo delle strategie proposte e della campagna stessa dipenderanno dalla programmazione delle attività svolte e dal monitoraggio costante della campagna durante tutto il periodo di raccolta fondi.

Team di progetto

Joël Bettè
Marco Perazzo
Alessia Ricciardi

Partner di progetto

Teatro del Gatto
Via Muraccio 21
6612 Ascona
www.ilgatto.ch

Referenti aziendali

Laura Rullo – Direttrice artistica

Coach SUPSI

Pietro Nosetti